Residenze Artistiche SENSE

ACHILLE E NIGRA
Residenze Artistiche SENSE
Museo MABOS. Sorbo San Basile (Cz)
25 luglio | 31 luglio 2018

Le residenze Sense del Museo MABOS si avviano per il secondo appuntamento dal titolo Achille e Nigra. La seconda residenza artistica avrà lo start up a partire da giorno 25 luglio 2018 e saranno protagonisti della settimana i due artisti Alberto Criscione e Lucy Mey insieme al giovane critico d’arte Gianmarco Nicoletti.
Criscione partendo dalla sua sperimentazione dedicata al “Ritorno dell’Eroe”, progetto che trasferisce l’archetipo dell’eroe dell’antica Grecia nella società odierna ambientandolo in situazioni di vita contemporanea (Agorà 2015 e Komodia 2016-17), porterà Achille tra i boschi della Sila in una situazione alquanto insolita.
Lucy Mey riprenderà il suo racconto della piccola Nigra, bimba sperduta che, come narra la sua leggenda., si aggira tra i pini larici, tipici della Sila catanzarese. Chi avrà la fortuna di incontrarla potrà godere di pensieri puri, liberi da ogni strumentalizzazione, avrà la possibilità di affacciarsi al mondo con occhi diversi e vedere tutto in maniera più profonda così da vivere emozioni mai vissute anche se gli sarà concesso farlo per soli cinque minuti.
La settimana di lavoro sarà scrupolosamente analizzata dal critico Nicoletti, che si immergerà nel mondo degli artisti, nei loro pensieri, nelle loro abitudini, li vedrà lavorare, riflettere, dialogare e creare. Riporterà meticolosamente quanto vissuto nel corso della settimana e presenterà le opere durante una conferenza seguita dalla passeggiata con gli artisti che ci mostreranno quanto prodotto martedì 31 luglio 2018.
Tutto il lavoro sarà presentato successivamente nel catalogo annuale del museo a gennaio 2019, all’appuntamento parteciperanno tutti gli artisti che hanno fatto parte delle residenze e degli altri progetti del Mabos nel 2018

Ufficio stampa Mabos

Info
Achille e Nigra
Residenze artistiche SENSE
Museo Mabos
c/da Granaro. Sorbo San Basile (Cz)
Dal 25 luglio | 31 agosto 2018

info@museomabos.com

www.museomabos.com

 

Autore dell'articolo: Museo Mabos