IL KOLOSSAL MUSICALE “FRANCESCO DE PAULA L’OPERA”

Questa sera su Calabria Tv alle 21.30 in Prima Televisiva Assoluta
Andrà in onda questa sera (2 maggio) alle 21.30, in prima televisiva assoluta su Calabria Tv (canale 15 del digitale terrestre), l’ imponente Opera musical “Francesco de Paula”, sulla vita e i miracoli di San Francesco di Paola, il santo calabrese venerato in tutto il mondo che attraversò lo stretto di Messina su un mantello. Nato a Paola (Cosenza) nel 1416, morì in Francia nel 1507, dove fu chiamato da Re Luigi XI per essere guarito da un male incurabile. La Sua Canonizzazione, di cui si festeggia il quinto centenario, risale proprio al primo maggio del 1519.
L’Opera, prodotta nella sua imponente nuova versione sia dal vivo sia televisiva da Ruggero Pegna, è stata scritta e composta dal celebre Maestro Francesco Perri, compositore e docente del Conservatorio Stanislao Giacomantonio di Cosenza.
Il nuovo allestimento dell’opera è stato diretto da Lucio Mazzoli, che ha già curato i Promessi Sposi e altri noti spettacoli teatrali e musicali, e si avvale di alcune delle più prestigiose firme dello spettacolo musicale italiano: scenografie, videoscenografie elettroniche ed effetti speciali di  Bruno Garofalo, coreografie di Stefano Bontempi, costumi di Silvia Polidori, disegno luci di Marco Macrini, regia di Marco Simeoli, artista, attore, regista, vincitore dell’Oscar Italiano del Musical nel 2015, regia televisiva di Enrico Pulice.
La produzione televisiva è stata registrata nella prima e unica rappresentazione dal vivo effettuata al Palacalafiore di Reggio Calabria.
Straordinario il cast con il bravissimo Renato Campese, storico attore teatrale italiano, nei panni di San Francesco da adulto, Marco Manca, fino ad ora nel cast di Notre Dame De Paris e voce italiana di Gaston de “La Bella e la Bestia” della Disney (il giovane Francesco), Lalo Cibelli, il magistrale Virgilio della Divina Commedia, il Diavolo; il soprano Annalisa Sprovieri nei panni della mamma di San Francesco, Alessandra Fallucchi, suora Spencer nel film “The Young Pope” di Paolo Sorrentino, è Brigida, sorella di San Francesco, Francesco Castiglione, che ha al suo attivo “Un passo dal cielo”, “Che Dio ci aiuti”, “Don Matteo 10”, nel ruolo di padre Paolo Rendace, Daniele Derogatis, il Casanova dell’omonimo musical, fra’ Nicola. Ed ancora nel cast: Davide Carpino (frà Angelo), Mirko Iaquinta (fra’ Giovanni), Fulvia Lorenzetti (donna rossa), Sergio Del Prete (Re di Napoli), Chiara Ricca (Angelo), Andrea Tanzillo (cantante napoletano), Vito Aquino (pescatore), Matteo Volpotti (frate Nicola giovane).
Il corpo di ballo, che comprende anche un gruppo reduce dal successo di Notre Dame De Paris, è composto da Gianmarco Gallo, Danilo Picciallo, Marco Alimenti, Alfonso Maria Mottola, Alessia Falcone, Miriam Bonaccorso, Rossella Vassallo, Raffaele Cava, Alessandro Ruffo, Samuele Tiso, Federica Fata, Francesca Mandarano, Fabiola De Rose, Francesca Sagula, Giusy Iantorno e Ilaria Rametta.
Imponente l’allestimento scenografico, con varie soluzioni tecnologiche, videoscenografie elettroniche ed effetti 3D, studiato da Bruno Garofalo, e costumi d’epoca della ditta Farani di Roma.
“Uno spettacolo che emoziona fino alla commozione – afferma Ruggero Pegna – che rappresenta una storia bellissima tutta calabrese, sia per il racconto della vita di San Francesco di Paola, santo amato in tutto il mondo, sia perché frutto della genialità di un grande compositore calabrese più volte premiato a livello internazionale e del mio sforzo di voler realizzare uno spettacolo dagli altissimi standard tecnico-artistici, che ha incantato il numeroso pubblico del Palacalafiore. Unica nota stonata – aggiunge Pegna – l’incredibile indifferenza della politica, in particolare del Presidente Oliverio e dell’assessore alla Cultura Corigliano verso questa che è certamente la più grande Opera mai realizzata su San Francesco di Paola e, forse, su un santo in generale, peraltro sicuro veicolo della promozione delle positività della Calabria nel mondo. E‘ strano che, nonostante stiano predisponendo iniziative di ogni sorta, non abbiamo proprio risposto alle decine di proposte a loro inoltrate allo scopo di sostenere e divulgare l’Opera in tutti i modi possibili, a cominciare da una replica proprio nel grande Piazzale della Cittadella a un tour in tutta Italia e in il mondo!”.
L’opera si discosta dalla tradizione del genere lirico e tenta coraggiosamente di esplorare nuovi linguaggi e commistioni, un insieme perfettamente riuscito di Teatro, Opera, Lirica, Sinfonica, Musical. Il risultato è efficace, musicalmente sorprendente, con arie godibili seguite da ben costruiti recitativi sospesi. Un’opera “Pop” che raggiunge l’obiettivo di emozionare anche chi non conosce la figura di San Francesco di Paola e, al contempo, offrire una sontuoso e straordinario spettacolo di grande impatto visivo, affidato ad un cast di talentuosi interpreti.
Il compositore Francesco Perri, recentemente premiato a New York con il “Winter Film Award” per la colonna sonora del film “The Guardian of Ice”, presenta così il suo lavoro: “E’ una suggestiva epopea musicale per conoscere il messaggio del Santo della Calabria, dalla sua nascita avvolta in un’aura soprannaturale nella piccola e assolata Paola, alla scelta dei suoi genitori di instradarlo alla vita religiosa e alla sua giovane vocazione eremitica, fino alla fondazione di numerosi eremi e la nascita della congregazione paolana, detta anche Ordine dei Minimi. Il racconto scorre tra  aneddoti agiografici ed eventi prodigiosi che resero grande “il frate eremita” agli occhi dei fedeli. Il mio testo, con la magistrale regia di Simeoli, sceglie di raccontare con sguardo laico Francesco “uomo moderno”, la sua eterna lotta per vincere la “tentazione”. Il diavolo, interpretato dal bravissimo Lalo Cibelli è presente fin dalle prime battute. Francesco resiste e fonda la sua vita sulla continua ricerca del Signore, nello spirito della “minimezza” da cui scaturisce l’amore e la carità verso il prossimo”.

Autore dell'articolo: Ruggero Pegna